Serie a

E’ Lazio-Roma, domenica 15 aprile del 2018 con calcio d’inizio alle ore 20,45, il match di cartello che è valido per la 32esima giornata, la 13esima del girone di ritorno di un campionato di Serie A che è sempre più avvincente e sempre più emozionante. Se infatti Lazio-Roma è la sfida che probabilmente andrà ad accentrare il volume delle scommesse betrally12.com, c’è anche da dire che, per una ragione o per un’altra, tutte le altre nove sfide in calendario presentano per il 32esimo turno un’importanza che spazia dalla lotta salvezza alla zona Europa e fino ad arrivare alla lotta per lo Scudetto.

E questo perché, a conclusione della 31esima giornata della Serie A 2017-2018, tutto è ancora aperto per la lotta al titolo, tra Juventus e Napoli, per le Coppe in Europa con Lazio, Roma, Inter, Milan, Fiorentina, Sampdoria ed Atalanta, ed anche per la lotta salvezza dove, eccetto il Benevento di De Zerbi che è ancora in Serie A solo grazie alla matematica, ci sono sei squadre che cercheranno di evitare a fine campionato di finire al penultimo ed al terzultimo posto della classifica. Ci riferiamo, nello specifico, al Crotone, alla Spal, all’Hellas Verona, al Chievo, al Sassuolo ed al Cagliari.

Nel dettaglio, il calendario dei match di Serie A 2017-2018 validi per la 32esima giornata, il 14 ed il 15 aprile, è il seguente: sabato 14 aprile del 2018 gli anticipi sono ben quattro, ovverosia Cagliari-Udinese nel primo pomeriggio alle ore 15, Chievo-Torino e Genoa-Crotone dalle ore 18, ed a Bergamo Atalanta-Inter con calcio d’inizio alle ore 20,45. Dopodiché, domenica 15 aprile, si ripartirà dalle ore 12,30 con il lunch match Fiorentina-Spal, e poi a seguire le seguenti tre sfide in programma dalle ore 15: Bologna-Hellas Verona, Milan-Napoli e Sassuolo-Benevento. A chiudere il 32-esimo turno Juventus-Sampdoria dalle ore 18 ed il derby Lazio-Roma dallo Stadio Olimpico che è il posticipo domenicale delle 20,45 come sopra accennato.

Con la Juventus attualmente capolista con 4 punti di vantaggio sul Napoli, i bianconeri nel 32esimo turno giocheranno subito dopo gli azzurri di Sarri che, per continuare ad alimentare i sogni scudetto, saranno chiamati a battere in trasferta il Milan di Gennaro Gattuso. A sua volta la Juventus, anche se nel ‘fortino’ rappresentato dall’Allianz Stadium di Torino, per conquistare i tre punti dovrà sudare e non poco al cospetto di una Sampdoria che ancora crede nella conquista di un posto in Europa League per la prossima stagione.

Bari perde clamorosamente in casa contro il Palermo

Il Bari ieri sera è stato sconfitto in casa, duramente per 0-3 contro il Palermo. La vincita dei rosa nero era poco aspettata dal pubblico barese, una situazione che ha messo in ginocchio quasi tutto lo stadio San Nicola. Considerando anche il turno di Coppa Italia, per il Bari è la terza sconfitta consecutiva.

Nonostante il Palermo avesse segnato con Rispoli, Trajkovski e Coronado soltanto nella ripresa del secondo tempo, il messaggio d’allarme per il Bari è ben chiaro: la difesa deve migliorare le sue prestazioni. Una partita priva di azioni per la squadra pugliese, l’unica pericolosa è stata di Brienza che ha calciato bene, ma senza successo grazie ad una parata.

Erba del San Nicola disastrata

Lo scontro Bari – Palermo non è stato affatto semplice, tra la squadra di casa che non è stata al massimo della performance, si è aggiunto il problema del campo e dell’erba che a causa di una manutenzione poco buona (a causa delle forti piogge), ha dato un po’ di problemi ai giocatori.

Il manto e la sabbia si sollevava ogni qualvolta il pallone veniva toccato, i giocatori faticavano persino a stare in piedi, figuriamoci a correre.

Il sostituto di Micai non ha reso come dovevo

La squalifica di Micai ha contribuito alla sconfitta del Bari. Nonostante la squadra pugliese non avesse giocato al meglio, senza quegli errori commessi dal sostituto di Micai, probabilmente sarebbe rimasto in partita.

De Lucia è stato davvero impresentabile, uscite e anticipi rischiosi, tuffi per parare palloni in netto ritardo e goal subiti scandalosi. La squadra adesso si trova ad avere 29 punti e moralmente demotivata.