Supercoppa 2019 basket

E se Bari riuscisse a diventare, almeno per qualche giorno, il perno centrale di tutta la pallacanestro italiana? Una prospettiva molto interessante e allettante, soprattutto per poter ammirare una realtà cestistica ad alto livello in Puglia.

Il capoluogo pugliese, infatti, ha deciso di rilanciare la sua candidatura per ospitare uno degli eventi più importanti di tutto il panorama nazionale, ovvero la Supercoppa 2019. Secondo quanto previsto dal calendario ufficiale, quest’ultima si svolgerà nel weekend del 21 e 22 settembre. Ebbene, il verdetto è finalmente arrivato: Bari può godersi un traguardo molto importante, ovviamente anche a livello mediatico.

Supercoppa 2019: sarà Bari ad ospitarla!

La Legabasket ha tolto finalmente i veli alla sua decisione: sarà proprio Bari la città che ospiterà la Supercoppa 2019; teatro della manifestazione, che si svolgerà il 21 e 22 settembre, sarà il Palaflorio.

Una novità che ha assunto i crismi dell’ufficialità durante un appuntamento a Palazzo di Città tra il sindaco di Bari, Antonio Decaro, e il presidente della Legabasket, Egidio Bianchi. Ovviamente, all’incontro erano presenti anche l’assessore allo Sport, Pietro Petruzzelli (che ha spinto molto per questa candidatura) e tutto il gruppo dell’amministrazione della Legabasket che lavora nell’area sportiva e business.

La soddisfazione del sindaco di Bari e del presidente della Legabasket

Per Bari è già una grande vittoria, visto che è la prima volta che una manifestazione così importante a livello cestistico arriva nel capoluogo pugliese. Molto contento, ovviamente, anche il sindaco Decaro, che non vede l’ora del weekend di settembre per poter godersi una grande festa per le quattro migliori squadre della pallacanestro italiana in questo momento.

Il sindaco di Bari ha voluto sottolineare come sia stato importante il lavoro svolto dall’amministrazione per offrire ai cittadini baresi tanti eventi sportivi di alto livello, certo che l’entusiasmo anche per la Supercoppa 2019 di basket sarà a mille.

Molto soddisfatto anche il patron della Legabasket, Egidio Bianchi, che ha messo in evidenza quanto Bari fosse la piazza migliore per una manifestazione del genere: non solo per l’entusiasmo che ci metterà nell’ospitalità, ma anche per l’elevato bacino di pubblico che potrebbe rispondere presente per un’occasione del genere.

Insomma, i presupposti per organizzare una manifestazione davvero di livello superiore ci sono senz’altro. Le partite della Supercoppa, come detto, verranno disputate al Palaflorio, un palazzetto che riesce a contenere fino a 5000 persone. A Bari il basket di alto livello era già arrivato nel 2011, quando la Nazionale Italiana disputò ben tre gare di qualificazione agli Europei: due vittorie (contro Lettonia e Finlandia) e una sconfitta (contro Israele).

C’è attesa per conoscere i nomi delle 4 squadre partecipanti

Ovviamente c’è grande attesa per conoscere i nomi delle squadre che prenderanno parte alla Supercoppa, evento a cui parteciperanno le prime due classificate della stagione in corso di Serie A e le due squadre che hanno raggiunto la finale di Coppa Italia, già disputatasi, ovvero Cremona e Brindisi.

Gli altri due team, invece, si conosceranno solo alla fine dei playoff. Certo, i bookmaker danno per scontato che possa essere ancora una volta Milano ad alzare al cielo il trofeo, già vincitrice delle ultime tre edizioni, dopo aver battuto Avellino, Venezia e Torino (nel 2018).

Tra qualche tempo si potranno trovare sui vari casinò online, in cui sono presenti anche tutte le nuove slot machine gratis, le quote per poter puntare sulla Supercoppa 2019.

Serie a

E’ Lazio-Roma, domenica 15 aprile del 2018 con calcio d’inizio alle ore 20,45, il match di cartello che è valido per la 32esima giornata, la 13esima del girone di ritorno di un campionato di Serie A che è sempre più avvincente e sempre più emozionante. Se infatti Lazio-Roma è la sfida che probabilmente andrà ad accentrare il volume delle scommesse betrally12.com, c’è anche da dire che, per una ragione o per un’altra, tutte le altre nove sfide in calendario presentano per il 32esimo turno un’importanza che spazia dalla lotta salvezza alla zona Europa e fino ad arrivare alla lotta per lo Scudetto.

E questo perché, a conclusione della 31esima giornata della Serie A 2017-2018, tutto è ancora aperto per la lotta al titolo, tra Juventus e Napoli, per le Coppe in Europa con Lazio, Roma, Inter, Milan, Fiorentina, Sampdoria ed Atalanta, ed anche per la lotta salvezza dove, eccetto il Benevento di De Zerbi che è ancora in Serie A solo grazie alla matematica, ci sono sei squadre che cercheranno di evitare a fine campionato di finire al penultimo ed al terzultimo posto della classifica. Ci riferiamo, nello specifico, al Crotone, alla Spal, all’Hellas Verona, al Chievo, al Sassuolo ed al Cagliari.

Nel dettaglio, il calendario dei match di Serie A 2017-2018 validi per la 32esima giornata, il 14 ed il 15 aprile, è il seguente: sabato 14 aprile del 2018 gli anticipi sono ben quattro, ovverosia Cagliari-Udinese nel primo pomeriggio alle ore 15, Chievo-Torino e Genoa-Crotone dalle ore 18, ed a Bergamo Atalanta-Inter con calcio d’inizio alle ore 20,45. Dopodiché, domenica 15 aprile, si ripartirà dalle ore 12,30 con il lunch match Fiorentina-Spal, e poi a seguire le seguenti tre sfide in programma dalle ore 15: Bologna-Hellas Verona, Milan-Napoli e Sassuolo-Benevento. A chiudere il 32-esimo turno Juventus-Sampdoria dalle ore 18 ed il derby Lazio-Roma dallo Stadio Olimpico che è il posticipo domenicale delle 20,45 come sopra accennato.

Con la Juventus attualmente capolista con 4 punti di vantaggio sul Napoli, i bianconeri nel 32esimo turno giocheranno subito dopo gli azzurri di Sarri che, per continuare ad alimentare i sogni scudetto, saranno chiamati a battere in trasferta il Milan di Gennaro Gattuso. A sua volta la Juventus, anche se nel ‘fortino’ rappresentato dall’Allianz Stadium di Torino, per conquistare i tre punti dovrà sudare e non poco al cospetto di una Sampdoria che ancora crede nella conquista di un posto in Europa League per la prossima stagione.

Bari perde clamorosamente in casa contro il Palermo

Il Bari ieri sera è stato sconfitto in casa, duramente per 0-3 contro il Palermo. La vincita dei rosa nero era poco aspettata dal pubblico barese, una situazione che ha messo in ginocchio quasi tutto lo stadio San Nicola. Considerando anche il turno di Coppa Italia, per il Bari è la terza sconfitta consecutiva.

Nonostante il Palermo avesse segnato con Rispoli, Trajkovski e Coronado soltanto nella ripresa del secondo tempo, il messaggio d’allarme per il Bari è ben chiaro: la difesa deve migliorare le sue prestazioni. Una partita priva di azioni per la squadra pugliese, l’unica pericolosa è stata di Brienza che ha calciato bene, ma senza successo grazie ad una parata.

Erba del San Nicola disastrata

Lo scontro Bari – Palermo non è stato affatto semplice, tra la squadra di casa che non è stata al massimo della performance, si è aggiunto il problema del campo e dell’erba che a causa di una manutenzione poco buona (a causa delle forti piogge), ha dato un po’ di problemi ai giocatori.

Il manto e la sabbia si sollevava ogni qualvolta il pallone veniva toccato, i giocatori faticavano persino a stare in piedi, figuriamoci a correre.

Il sostituto di Micai non ha reso come dovevo

La squalifica di Micai ha contribuito alla sconfitta del Bari. Nonostante la squadra pugliese non avesse giocato al meglio, senza quegli errori commessi dal sostituto di Micai, probabilmente sarebbe rimasto in partita.

De Lucia è stato davvero impresentabile, uscite e anticipi rischiosi, tuffi per parare palloni in netto ritardo e goal subiti scandalosi. La squadra adesso si trova ad avere 29 punti e moralmente demotivata.